Recensioni

La Storia Del Materasso (2021)

È difficile credere che il concetto di materasso o di biancheria da letto sia anteriore alla razza umana. Reperti archeologici provenienti daHistory and Evolution of Mattresses I ripari di roccia Sibudu in Sudafrica, risalenti a circa 77.000 anni fa, molto prima dell’avvento di Adamo ed Eva, hanno rivelato l’esistenza di un “materasso” di un metro e mezzo per un metro e mezzo. Questo materasso è costituito da molti strati di giunchi e canne, ed è stato trovato sotto la biancheria da letto fatta con piante di foglie ed erbe compattate. Si è scoperto che la biancheria da letto si è accumulata in una grotta nel corso di 39.000 anni, con la più antica che risale a 77.000 anni fa. Il responsabile dello studio Lyn Wadley dell’Università di Witwatersrand a Johannesburg ha descritto questo materasso come più vecchio di 50.000 anni rispetto ad altri ritrovati in altri siti archeologici in tutto il mondo. Le prove indicano che la biancheria da letto viene bruciata periodicamente, molto probabilmente per eliminare gli effetti dei rifiuti e dei parassiti (Owen, 2011). Il materasso aveva anche il controllo dei parassiti incorporato. È stato realizzato con le foglie di un albero chiamato Cryptocarya woodii, che ha foglie aromatiche che contengono insetticidi che uccidono le zanzare (Wayman, 2011).

Gli storici suggeriscono che mentre i primi ominidi dormivano sui rami degli alberi per proteggersi, probabilmente il primo ominide a dormire per terra potrebbe essere stato l’Homo Erectus circa 1,89 milioni di anni fa. Essi suggeriscono anche che questo spostamento potrebbe essere avvenuto a causa della scoperta del fuoco e della capacità di controllarlo. Le fiamme potrebbero facilmente tenere lontani i predatori. Man mano che l’Homo Erectus diventava più alto e più grande, l’adattamento dagli alberi al terreno era più o meno completo. Mentre non c’è nulla nei registri paleontologici che indichi l’uso di qualsiasi tipo di lettiera o materasso da parte dell’Homo Erectus, è noto che i neandertaliani costruirono letti d’erba, come dimostra la scoperta in un sito di grotte in Spagna, risalente a circa 53.000-39.000 anni fa.  Da quel momento in poi, le aiuole sono state sottoposte a un processo evolutivo (Wayman, 2011).

Il materasso e gli antichi Egizi

Nel periodo post alluvione dopo Noè, l’invenzione del letto rialzato è stata accreditata agli egiziani. È stato moltoMattress and the Ancient Egyptians Era importante che le persone si proteggessero dagli insetti striscianti o anche da altri rettili come serpenti, lucertole, ecc. ed era importante dormire un po’ al di sopra del suolo per garantire che tali creature non avessero facile accesso al corpo umano durante la notte. Gli antichi Egiziani, quindi, hanno avuto l’idea di un letto sopraelevato. Sono noti per aver usato oggetti come tappeti, tappeti, indumenti e persino lana come materiali per costruire le fondamenta o per riempire il materasso. L’uso della lana era legato all’influenza del popolo greco sugli Egiziani, poiché molti greci si erano trasferiti in Egitto durante il regno tolemaico. L’uso della lana influenzò lo stile di vita delle persone in quel periodo.

Materassi di lana su letti di legno

Gli egiziani sono noti per aver realizzato letti rialzati. Avevano strutture intriganti, in quanto molti erano inclinati dallaWoolen Mattresses on Wooden Beds testata verso il sottopiede.  Avevano persino una pedana per assicurarsi che la testiera non si rotolasse sul letto e scivolasse verso il basso. Molti dei letti avevano anche delle sponde laterali, sottolineando il fatto che volevano assicurarsi che rimanessero sul letto per tutta la notte e non cadessero da esso.  La maggior parte dei letti aveva le gambe, e queste, a differenza dei bretelle singole utilizzate al giorno d’oggi, erano più simili alle gambe di un animale. Spesso usavano gambe simili a quelle di una gazzella o anche pesanti come quelle di un toro. Le gambe avevano anche gli zoccoli come terminazioni, e alcune avevano la forma di una zampa o di un artiglio come i felini. Il materasso, che gli egiziani usavano sul letto, era fatto di canne, corde intrecciate, o anche con doghe di legno.  Su questi supporti c’erano dei cuscini da donna e, in altri casi, si usava qualche altro materiale morbido per fornire comfort e per ammortizzare. Il lino era il materiale che gli egiziani usavano come lenzuola. (Springer, 2019). Infatti, i re egiziani, come Tutankhamon, avevano a disposizione tutte le disposizioni per i letti di lusso, che erano fatti di ebano e oro. Tuttavia, il grande pubblico impiegava anche materassi rialzati fatti di fiocchi di palma, ed erano ammassati in un angolo delle loro case.

Materasso/Letto e gli israeliti

Il dizionario biblico di Easton menziona che il letto ebraico si presentava sotto forma di divano o di una specie di piattaforma che era posizionata intorno al lato della casa. Questo era in forme diverse. A volte era un semplice tappetino, altre volte aveva una o più trapunte. A volte, si presentava sotto forma di un telaio portatile. Il dizionario fornisce anche informazioni su come erano le camere da letto. Le piattaforme sopraelevate utilizzate come letti e sovrapposte con un materasso erano di solito all’estremità superiore o lungo i lati. Secondo (2 Re 4:10; Es. 8:3; 2 Re 6:12), questa era la disposizione generale per i membri maschi di una famiglia e anche per gli ospiti. Tuttavia, ci sarebbero state altre camere da letto con un distinto carattere privato. In un’altra versione riveduta, la camera da letto è considerata anche come un luogo dove venivano conservati i materassi. (Matteo, 1897).

Materassi e antichi greciMattresses and Ancient Greeks

È chiaro che anche nei tempi antichi i letti erano fatti di materiali duri come il legno o il ferro, e i materassi sopra di essi erano fatti di lana o di altri materiali morbidi. Quando gli archeologi scavano, è probabile che trovino i letti in qualche forma, ma poiché i materassi erano fatti di materiali deperibili, di solito non vengono scavati. Lo stesso vale per i materassi o per il materiale morbido che veniva utilizzato per ammortizzare i letti in quei periodi. Molti letti funerari sono stati scavati in luoghi come la Macedonia, che sono fatti di pietra o di legno e sono stati utilizzati in funerale. Gli esperti hanno studiato la possibilità di farsi un’idea dei letti usati nelle case (Hesperia, 2006). Tuttavia, poiché il popolo greco usava spesso la lana e il loro ingresso in Egitto ha lasciato il posto anche ai materassi di lana in Egitto, si può dedurre che la lana deve aver fatto parte del materiale che utilizzavano come morbida imbottitura per i letti di legno.

Letti con materassi sia per dormire che per mangiare

Gli esperti ritengono che i letti funebri siano stati coperti con materassi, cuscini e cuscini.  Anche i materassi sono stati intagliati e danno luce all’arredamento ellenistico del letto. Un dipinto a olio trovato nella tomba III del IV secolo a.C. ad Ayios Athanasios mostra tali arredi. Esso raffigura sei simposi che si reclinano sui letti, che hanno delle copertine colorate. I simposi hanno le mani appoggiate su cuscini e sono seduti su materassi morbidi. I colori delle lenzuola e dei cuscini sono addirittura abbinati. Sono mostrati davanti al tavolo da pranzo. Molti esperti ritengono che durante il periodo greco, i letti con materassi morbidi che venivano usati durante i pasti erano anche gli stessi letti su cui dormivano le persone.

Prove di Materassi da Letteratura

Non sono solo gli scavi e i dipinti del periodo greco antico a testimoniare i materassi utilizzati nella loro cultura. Ci sono molte testimonianze disponibili anche nella letteratura ionica. Nell’Athenaios, c’è una descrizione di coperture profumate o profumate di rosa. I materassi sono descritti come fatti di lino, lana, pelle animale, foglie secche o anche piume. Di questi, le foglie secche, la lana e le piume venivano usate come imbottiture. Per quanto riguarda le prove archeologiche di un materasso, una sostanza che potrebbe essere piume o lana è stata trovata nella Tomba di Filippo a Vergina. Si tratta dei resti di un materasso o di un cuscino (Hesperia, 2006). Così, molte testimonianze del periodo greco antico suggeriscono l’uso di materassi morbidi sui letti.

I materassi e i romani

I letti erano considerati come pezzi di arredamento in epoca romana. I materiali utilizzati nellaMattresses and the Romans La costruzione del letto, così come i materassi e la biancheria da letto, sono stati ampiamente studiati dagli studiosi.  I testi in latino forniscono molte informazioni sulle abitudini di sonno e di reclinazione, che sono state piuttosto versatili ed elaborate. I tipi di letto, insieme ai materassi, andavano dal semplice letto da campo (grabatus) fino agli arredi superlussosi che venivano utilizzati durante il sonno o anche per la cena. Il letto romano era conosciuto con molti nomi diversi, tra cui grabatus (e le sue varianti), cubile, Torus, lectus e lectulus. Questi sono tutti sinonimi, tuttavia, con alcune differenze.  Il letto romano serviva come mobile multifunzionale. Serviva come luogo per dormire, per fare l’amore, e anche per altre attività come il pranzo e anche per svolgere attività letterarie (Nissin, 2016).

Durante l’epoca romana, è ormai noto che anche le persone che avevano mezzi umili possedevano letti e materassi.  Il letto, anche se di tipo ordinario, aveva sia le gambe che la struttura. Questi letti, tuttavia, non erano facilmente trasportabili. È molto raro trovare prove dell’uso di bancali e stuoie per dormire durante l’epoca romana, come dimostra la letteratura romana. I pallet erano molto probabilmente usati dagli schiavi. Tuttavia, questo non è stato annotato nella letteratura prodotta dagli scrittori dell’alta borghesia di quei tempi.  Non si possono nemmeno trascurare gli effetti stagionali sul letto e sui materassi. A causa degli umidi inverni italiani, i letti dovevano essere alzati da terra e l’uso di materassi adeguati era d’obbligo. Anche se i moralisti durante l’epoca romana non amavano il concetto di letti lussuosi e disprezzavano il lusso per favorire l’austerità. Eppure, in quell’epoca si privilegiavano letti e materassi confortevoli e lussuosi (Nissin, 2016). È evidente che senza un materasso comodo e lussuoso fatto di tessuti e altri materiali morbidi, i letti non avrebbero potuto essere lussuosi. Tuttavia, nelle case della gente comune, che non poteva permettersi il lusso, i materassi di paglia venivano probabilmente usati mentre gli schiavi dormivano su materassi e bancali.

Un tipico letto romano per ricchi

Un tipico letto romano usato dai nobili era chiuso da un lato con una tavola (pluteo) mentre dall’altro lato eraA Typical Roman Bed for the Rich tenuto aperto (sponda). Le gambe del letto erano in legno, riccamente decorate con piastre in bronzo dorato e avorio.  Gli angoli di questi letti erano solitamente abbelliti con le teste di satiri o gatti. I materassi sono conosciuti come Torus, così come i cuscini erano imbottiti con molti materiali diversi come lana, paglia, foglie, o anche piume economiche di anatra, pollo o oca. L’effetto delle foglie sulla salute umana è stato considerato benefico in termini di salute umana. Le foglie erano anche usate per allontanare i parassiti. Per appendere il materasso si usavano cinghie di cuoio, e i cuscini avevano bellissimi abbellimenti alle estremità. La biancheria da letto di questi letti era fatta di canapa o lana.  Nelle case ancora più ricche c’erano anche trapunte e coperte. Il viola era un colore popolare, e i motivi dorati cuciti erano comuni.  I ricchi romani usavano anche tende per evitare che la polvere arrivasse ai letti e ai materassi. Nonostante tutti i lussi qui descritti, gli esperti ritengono che i letti romani non fossero così comodi come i letti moderni che esistono oggi (Romanum, 2020).

Altri letti e materassi reali e ordinari nell’antichità

Le ricerche sugli assiri nell’antichità suggeriscono che il letto reale consisteva in un materasso con cuscini grandi e arrotondati, cuscini e copriletti.  Tuttavia, per quanto riguarda la gente comune, essi avevano solo materassi e, secondo le ricerche degli esperti, erano leggermente sollevati su un lato e opportunamente inseriti nella curvatura del braccio. Questo fungeva da sostituto del cuscino. Questa caratteristica probabilmente forniva ai poveri lavoratori il tipo di comfort che i ricchi avrebbero avuto sui loro lussuosi cuscini (Rawlinson, 2018).

L’innovazione persiana

Ai Persiani, già nel 1.600 a.C., si attribuisce l’invenzione del letto ad acqua o del materasso, che consisteva inThe Persian Innovation di pelle di capra riempita d’acqua. Questo è stato un momento di svolta per il sonno di lusso e per lo sviluppo del materasso, che gli egiziani avevano già fatto parte del loro stile di vita. I materassi ad acqua offrivano il tipo di comfort, che non era facile da ottenere con altri materiali. Si trattava di un concetto rivoluzionario in quanto prevedeva l’uso di un materiale “fluido” piuttosto che morbido come imbottitura per il materasso. Sono stati quindi i reali persiani ad aver dormito per primi sui letti ad acqua (Horne & Horne, 2006).

Materassi e l’era bizantina

Nella letteratura bizantina, le attrezzature per dormire, come i tappeti usati al posto dei pallet o dei materassi, o anche i cusciniMattresses and the Byzantine Era Essi stessi sono citati insieme a coperte, coperte, ecc. che erano fatti di lana. Si parla di pellicce di animali o anche di finte pellicce di animali. Si parla anche di trapunte riempite di lana. Alcune erano ricoperte di seta. Si parla anche di cuscini ricoperti di seta. I sonniferi e materiali come questi erano secondi per valore dopo i gioielli in una casa bizantina. Spesso c’erano tende e baldacchini che pendevano dal soffitto e venivano usati per proteggere dagli insetti o a volte per la privacy. Sorprendentemente, in alcuni racconti del XII e XIII secolo, i letti appaiono in letteratura, che potevano essere smontati e conservati. Questi erano sempre usati con i materassi. Tali letti, secondo la documentazione che li accompagnava, dovevano essere usati esclusivamente per i malati o per i visitatori e, più specificamente, per i visitatori importanti. Sembra che durante l’epoca bizantina, letti e materassi in combinazione fossero presenti in tutte le case reali e all’interno di tutte le famiglie nobili (Oikonomides, 1990).

Case di gente comune durante l’era bizantina

Anche le case ordinarie avevano familiarità con i letti. I santi del XII secolo, così come i monaci asceti e altre persone, usavano spesso un materasso o un tappeto da preghiera o da letto.  Anche le pelli degli animali venivano usate come materassi. Si usavano anche i pallet. Tuttavia, questi erano usati soprattutto per i malati. Molte persone comuni mettevano il materasso direttamente sul pavimento di notte e lo mettevano via durante il giorno. I testi bizantini del X e XI secolo parlano molto di materassi alti fatti di legno o talvolta anche di pietre con materiali più morbidi sopra. Sembra che l’idea principale del materiale duro nella parte inferiore e del materiale morbido nella parte superiore si riferisse ai concetti di comfort e sostegno forniti dai materassi (Oikonomides, 1990).

Materassi durante il Medioevo

Le “materas” tardo-medievali non assomigliano molto al materasso moderno.  Termini come ‘fetherbed’ e ‘matrasse’ sonoMattresses During Medieval Times comune nei testamenti del 15° secolo. Tuttavia, non assomigliano al letto di piume o al materasso di oggi. Tuttavia, sembra che questi due oggetti siano andati insieme come una coppia. Gli esperti ritengono che il materasso fosse un componente essenziale del letto. Tuttavia, i letti di piume erano delle aggiunte piuttosto lussuose.  I racconti del XIV secolo parlano di duchi in Inghilterra che dormivano su letti di piume. Il “Materasso standard” era probabilmente il materasso essenziale richiesto per il letto. I letti di piume erano di solito imbottiti di piumino pulito senza le piume scottate. I materassi, invece, avevano la lana. Nel tardo Medioevo i letti di piume erano imbottiti con materiali morbidi, mentre i materassi erano abbastanza sodi. Con il passare del tempo, i materassi diventavano sempre più imbottiti e venivano sempre più utilizzati per sdraiarsi, piuttosto che per essere usati come rivestimenti non imbottiti. Anche i materassi di piume erano usati in modo simile, ma erano un’alternativa ai materassi perché erano riempiti di piumino pulito (Louise & Morgan, 2014).

Materassi durante il RinascimentoMattresses During the Renaissance Period

Non c’è dubbio che i reali e i nobili godevano del meglio dei letti e dei materassi che si riempivano di materiali morbidi o di piumino, così come altri individui facoltosi. Tuttavia, durante il periodo rinascimentale, la gente comune dormiva su materassi fatti di paglia, piume e piselli, che venivano infilati in zecche grossolane. Tutti questi erano poi ricoperti di broccati, velluti o sete. Si può immaginare che questi materassi sarebbero stati molto vulnerabili agli insetti, soprattutto in considerazione del fatto che in quei giorni era normale che scorpioni, parassiti, serpenti, serpenti, scarafaggi e altre creature raccapriccianti invadessero le case della gente (Tucker, 2018).

Materassi e letti per i ricchi

Per quanto riguarda i ricchi e i dotati, i loro letti e i loro materassi, anche prima del periodo rinascimentale, cioè entro il XIV secolo, erano diventati molto decorati. Tali abbellimenti erano diventati parte integrante del letto. I letti iniziarono ad essere ricoperti da tendaggi di materiali molto ricchi ed esotici come il velluto, la seta e la stoffa dorata. Dal XIV secolo al XVII secolo, le dimensioni del letto per i ricchi continuavano ad aumentare. Le imbottiture erano principalmente di lana nei materassi, e i letti di piume avevano imbottiture di piume. Dal XVII secolo in poi, i letti divennero magnifici e persino enormi. L’inizio di questo periodo viene spesso definito come il magnifico secolo dei letti. Come mobili, le fondamenta acquisirono un’importanza primaria nella cultura e nelle case europee. Durante questo periodo furono introdotti anche i letti portatili e, insieme ad essi, anche il materasso appropriato. L’aristocrazia francese era la più appassionata di letti magnifici e dei materassi che li accompagnavano. Una di queste enormi fondamenta fu costruita per la Reggia di Versailles, e aveva così tanto oro abbellito che la parte vellutata e la biancheria da letto erano appena visibili.   (Swanich, 2012).

L’avvento della tecnologia meccanica e l’invenzione del materasso a molle

Da tempo immemorabile fino alla fine del XIX secolo, l’evoluzione del materasso era stata più o meno legataThe Advent of Mechanical Technology and the Invention of the Spring Mattress con il tipo di materiali che venivano riempiti nel materasso per ottenere il livello di compattezza desiderato e renderli confortevoli per dormire la notte. Tuttavia, durante il periodo rinascimentale e negli anni successivi della rivoluzione industriale, la tecnologia iniziò a lasciare il segno su molti oggetti che venivano utilizzati dall’uomo. Il materasso non faceva eccezione. La tecnologia meccanica, che era il modo primario della tecnologia durante la rivoluzione industriale, aveva un’influenza diretta su come venivano progettati i materassi. Nel 1871, un inventore tedesco, Heinrich Westphal, fu il primo a introdurre con successo la tecnologia delle molle meccaniche nel suo progetto di materasso e ideò il primo materasso a molle. L’invenzione si basava sull’idea di combinare comfort e sostegno. Westphal comprese appieno come il materasso fornisse comfort e sostegno al dormiente. Sapeva che i materiali morbidi della parte superiore del materasso forniscono l’imbottitura necessaria, che aumenta il comfort o il livello di comfort per la traversina, mentre la parte inferiore del materasso deve fornire il supporto che in passato era tradizionalmente fornito dai letti grazie al fatto di essere realizzato con materiali duri come il ferro, il legno o anche la pietra. Gli è venuta la brillante idea di utilizzare delle molle meccaniche sotto il morbido piano del materasso per fornire il necessario rimbalzo verso l’alto, in grado di bilanciare e neutralizzare la forza gravitazionale, che tende a portare il corpo verso il basso.

Così, il primo materasso supportato dalla tecnologia è stato inventato nel 1871. Tuttavia, nessuno prese sul serio l’invenzione. Forse i consumatori non erano ancora in sintonia con l’idea di utilizzare oggetti tecnologici nella loro camera da letto, e il letto e i materassi continuavano ad essere prodotti con legno, ferro, ecc. mentre i materiali morbidi del materasso restavano lana, piume e altri materiali tessili. Di conseguenza, l’inventore del materasso a molle non poté beneficiare finanziariamente della sua invenzione e continuò a vivere una vita di stenti. Solo 60 anni dopo (dopo il 1871) la sua innovazione fu presa sul serio e i materassi a molle entrarono nella produzione di massa, la cui popolarità aumentò in modo esponenziale ogni anno successivo.

Evoluzione dei materassi a molle

I materassi a molle interne hanno continuato ad evolversi dal momento della loro invenzione, e diverse modifiche e vari tipi diEvolution of Spring Mattresses Le molle sono state provate. I materassi a molle utilizzati al giorno d’oggi sono stati prodotti all’inizio del 1900, e la loro popolarità è stata così pervasiva che quasi tutti coloro che hanno più di 30 anni probabilmente hanno usato un materasso a molle durante la loro vita nel mondo moderno. I materassi a molle contengono bobine a molla che si comprimono quando una persona sale sul letto. Ciò avviene a causa del peso del corpo, che esercita una pressione sulle molle.  Vari modelli di materassi a molle utilizzano diversi tipi di bobine con forme e dimensioni diverse, e anche il numero di molle a spirale varia da un tipo di materasso a molle all’altro. In generale, più molle ci sono in un materasso, migliore e più affidabile si suppone che sia, in quanto è più resistente e di supporto. Lo spessore del manometro in acciaio è un altro fattore molto importante. Più pesante è il calibro, migliore e più affidabile è il materasso. Un materasso a molle con un sottile calibro a bobina non è probabilmente molto resistente e durevole come uno con un calibro più pesante. Tuttavia, alcune persone potrebbero voler avere delle bobine di spessore sottile perché i materassi fatti con queste bobine avranno meno forma. Pertanto, si rivolge alle persone che preferiscono materassi più morbidi. Recentemente, le molle elicoidali in acciaio temperato sono diventate molto popolari. L’acciaio temperato viene prima riscaldato e poi viene modellato in molle elicoidali. Queste molle mantengono e sostengono meglio la loro forma in condizioni variabili (Hawks, 1987).

Attualmente, i materassi a molle sono disponibili con diversi tipi di molle elicoidali. Con una tale varietà di tipi di molle elicoidali, diventa più facile per un individuo scegliere il giusto tipo di materasso a seconda delle proprie preferenze.  Di seguito sono riportati i tipi di materassi più comuni:

Bobine Bonnel

Queste sono le bobine che erano state inizialmente inventate all’inizio del XIX secolo. Erano usate nel sedileBonnel Coils cuscini di passeggini. Da queste informazioni si può quindi dedurre che il settore dei trasporti ha avuto un’influenza diretta su questa invenzione. I cuscini dei sedili sono stati rinforzati dalle bobine Bonnel per consentire loro di assorbire gli urti dovuti ai salti su strade dissestate, ecc. In questo modo, l’inventore ha capito la loro importanza nel fornire comfort al passeggero dei passeggini grazie alla loro capacità di assorbimento degli urti e ha deciso in modo molto intelligente di utilizzarli sui materassi progettati per l’uso domestico. Le bobine Bonnel sono a forma di elica per formare una forma a clessidra. Le bobine Bonnel rappresentano l’opzione più conveniente tra i tipi di bobine per chi acquista materassi a molle. Lo svantaggio delle bobine Bonnel, tuttavia, è che per lunghi periodi di utilizzo, tendono a diventare cigolanti e, come tali, creano un rumore sgradevole.

Bobine continue

Le bobine continue impiegano un filo lungo e continuo, che forma il sistema di molle a spirale nel materasso a molle. Il sitoContinuous Coils Il filo ha una forma a S, ed è fatto per collegarsi ripetutamente e, quindi, diventa molto resistente, affidabile e ideale per un uso a lungo termine. Tuttavia, anche i materassi a molle a bobina continua non sono molto costosi e possono essere facilmente offerti da chiunque voglia acquistare un materasso a molle resistente e confortevole per un uso a lungo termine. Oltre all’economicità, le bobine continue forniscono stabilità, durata e supporto costante.  È anche possibile aumentare la densità delle bobine con il loro design, e in questo modo il supporto diventa più liscio. Il supporto liscio fornisce una migliore qualità del sonno. Tuttavia, queste bobine hanno anche un potenziale svantaggio. Come risultato della loro “continuità”, queste bobine non isolano il movimento e tendono a trasferirlo lungo la fila. Questo è il motivo per cui le file di bobine sono fatte funzionare testa a testa. La connessione tra due file è elicoidale, e funge da cerniera e, quindi, fornisce un elevato grado di flessibilità su tutto il materasso. Questa disposizione aiuta a consentire l’isolamento del movimento tra i partner del sonno. La stessa disposizione porta ad un carico inferiore su ogni bobina. Alcuni progetti di bobine continue incorporano file di bobine continue sia lungo la lunghezza che lungo la larghezza del materasso.  Questo aumenta la densità delle bobine in modo significativo e, quindi, consente al letto di sostenere un peso maggiore.

Bobine offset

Le molle elicoidali offset sono considerate le molle elicoidali di migliore qualità. Queste bobine hanno la straordinaria capacità di adattarsi alla forma del corpo così come al suo peso. Per quanto riguarda il loro modo, sembrano anche una clessidra; tuttavia, la loro parte superiore e inferiore sono appiattite in modo tale da formare un quadrato. Ogni molla elicoidale è unita a quella successiva, e questa unione crea un effetto a cerniera. La disposizione porta a una grande flessibilità, oltre che a una grande compatibilità con il corpo e alla capacità di sostegno delle molle elicoidali.  Le bobine sfalsate sono considerate molto forti e robuste, e sono anche molto silenziose. L’azione della cerniera in queste bobine porta anche alla prevenzione dell’abbassamento e dell’inclinazione (Hawks, 1987).

Bobine tascabili (bobine Marshall)

Una bobina intascata o Marshall è molto diversa da un tipico materasso a molle tradizionale. In questo sistema a bobina, c’èPocketed Coils (Marshall coils) nessuna interconnessione o cablaggio delle bobine tra loro.  Le bobine possono quindi funzionare in modo del tutto indipendente l’una dall’altra. Inoltre, queste bobine non sono lasciate a se stesse in quanto tali. Sono racchiuse o avvolte in tasche o maniche di tessuto. Così, queste vengono intascate indipendentemente o singolarmente. La disposizione porta a un perfetto isolamento del movimento o, al contrario, alla prevenzione del trasferimento del movimento tra i partner del sonno. Quando un partner si alza dal letto, l’altro non è affatto disturbato. Le bobine sotto la persona che si è alzata riacquistano la forma, ma le bobine sotto il partner che dorme ancora rimangono compresse. Il movimento non viene rovesciato e il partner che dorme non viene disturbato nel bel mezzo del sonno. Questo tipo di molle elicoidali è ideale per le coppie che hanno orari di sonno separati. Questo sistema di molle elicoidali fornisce anche un livello superiore di supporto e, come tale, è il sistema più popolare nei materassi a molle in questi giorni. Viene utilizzato anche nei materassi ibridi, che combinano la schiuma e le molle elicoidali e sono descritti in dettaglio più avanti in questo articolo.

Tappezzeria in Materassi a Primavera

Le bobine non possono venire direttamente a contatto con il corpo umano in quanto sono fatte di acciaio. Sopra le bobine,Upholstery in Spring Mattresses L’isolamento e la tappezzeria sono un must. Le bobine forniscono il necessario supporto al corpo. Tuttavia, per il comfort, che è un altro fattore essenziale per qualsiasi materasso, sia l’isolamento che l’imbottitura sono essenziali. L’isolamento è necessario per evitare che i materiali morbidi della parte superiore entrino nel sistema a bobine. Come isolamento vengono utilizzati vari materiali, tra cui il tampone sintetico resinato, il sisal, le fibre sintetiche, i capelli arricciati gommati, le reti in polipropilene e gli isolanti a rete, ecc. L’imbottitura è generalmente costituita da materiali molto comuni come l’ovatta di cotone, e più recentemente (dopo l’invenzione della schiuma), viene utilizzata la schiuma di uretano. Lo scopo dell’imbottitura è quello di rendere il materasso molto morbido e confortevole, a seconda del livello di fermezza desiderato. Fornisce anche la protezione del corpo contro il contatto con le molle a spirale, che sarebbe piuttosto fastidioso. In generale, maggiore è la qualità del materasso, maggiore sarà il livello di imbottitura. Molti produttori si attengono all’uso del sistema di molle a spirale in tutti i loro materassi, ma cambiano semplicemente l’imbottitura per modificare i livelli di fermezza per le persone con preferenze diverse. Questo può essere facilmente realizzato aggiungendo più strati di materiale di rivestimento o sottraendoli (Hawks, 1987).

Piani extra-sottili

L’imbottitura potrebbe anche essere composta da materiali più costosi per fornire un maggiore grado di morbidezza. Uno strato extra di imbottitura, che potrebbe essere spesso anche 5 cm, potrebbe dare una parte superiore molto confortevole e morbida. I coprimaterassi dei materassi a molle potrebbero essere composti da materiali come cotone e poliestere e un mix dei due.  Vengono applicate anche molte finiture antimacchia. La stipula contro l’infiammabilità richiede che i materassi abbiano anche la resistenza alla fiamma, e il rivestimento deve fornire anche questa caratteristica.

Fondazioni per materassi a molle

Mentre i moderni materassi a molle possono essere posizionati direttamente su reti a doghe, i tradizionali materassi a molleFoundations for Spring Mattresses I materassi necessitavano di fondamenta adeguate, necessarie per tenere i materassi in modo adeguato e per non farli piegare o scivolare. Ci sono diversi tipi di fondamenta disponibili. Questi includono una barra di torsione, una base di legno e una bobina. L’imbottitura sotto la copertura del materasso doveva essere controllata prima di metterla sulle fondamenta. L’imbottitura supplementare nella parte inferiore assicurava che il materasso fosse facilmente posizionabile e che fornisse maggiore comfort al dormiente. Alcuni produttori di fondazioni aggiungevano l’imbottitura sopra una barra di torsione o una bobina per consentire un maggiore livello di comfort. Le fondazioni a basso prezzo erano di solito prive di imbottitura. Una base di legno usata come fondazione consisteva in un telaio di legno ricoperto di tessuto. Poiché questo tipo di fondazione non aveva alcun elemento a spirale, era più facile da fabbricare ed era disponibile ad un costo inferiore. Tuttavia, secondo alcuni esperti, la vita del materasso si ridurrebbe se si utilizzasse una base di legno. La loro tesi principale era che se si acquistava un materasso a molle di alta classe con una garanzia di 15 anni e lo si collocava su una base di legno, il materasso sarebbe diventato morbido entro cinque anni (Hawks, 1987).

La barra di torsione non è costituita da bobine ma utilizza pezzi di metallo piegati a forma di “Z”. Questa viene inserita nel telaio verticalmente. Ogni piegatura del filo funge da barra di torsione. Alcuni fili hanno cinque pieghe, che servono come cinque barre di torsione. La bobina è un altro tipo di fondazione che è stata impiegata ed è disponibile in 3 forme: piatta, a forma di cono e a spuntoni. L’anello piatto ha maglie piatte o strisce di filo d’acciaio che sono attaccate al telaio orizzontalmente con l’aiuto di bobine elicoidali.  Normalmente i letti a castello e le culle utilizzano bobine piatte. Le bobine a forma di cono sono strette alla base ma larghe nella parte superiore. Questo permette loro di esercitare una compressione uniforme su tutta la bobina.  Quelle a spuntoni sono larghe e cilindriche alla base e forniscono un alto livello di supporto in quanto hanno diverse spirali. Le fondazioni a bobina di buona qualità hanno di solito 81 bobine per materassi a grandezza naturale (Hawks, 1987). Tuttavia, come detto in precedenza, la maggior parte dei materassi moderni non richiedono una fondazione speciale e possono essere posizionati direttamente sui telai dei letti.

L’uso della schiuma nei materassi

La sintesi della prima schiuma di uretano è avvenuta ancora prima dell’invenzione del materasso a molle. La prima schiuma di uretano fu sintetizzata nel 1849 dalla Wurtz, e solo 88 anni dopo, nel 1937, Otto Bayer sintetizzò le prime schiume di poliuretano facendo reagire un diolo di poliestere con un diisocianato a Leverkusen, in Germania. Entrambe queste invenzioni erano magnanime ai loro tempi. L’invenzione della schiuma poliuretanica diede inizio ad una nuova classe di reazione di polimerizzazione chiamata poliaddizione. È interessante notare che, quando il PU fu inventato, l’industria lo considerò un’invenzione inutile (Szycher, 2006).

La popolarità della schiuma poliuretanica (PU)

Solo nel 1954 la schiuma poliuretanica o poliuretano espanso, come era popolarmente conosciuta in seguito, venne impiegata inThe Popularity of Polyurethane (PU) Foam produzione prima in Europa e poi negli Stati Uniti.  Da quel momento in poi non si è più guardato indietro. In pochi anni la schiuma PU flessibile divenne un materiale molto popolare nell’industria del mobile, che comprendeva anche i materassi.  Venne utilizzata anche come imbottitura per i sedili delle auto e per altri mobili. Finì per conquistare una quota significativa del mercato dei materassi. Come risultato delle sue proprietà uniche, la schiuma PU ha raggiunto in lungo e in largo e ha continuato a conquistare il mercato dei materassi. La schiuma poliuretanica è molto flessibile e versatile. È anche abbastanza leggera e si dimostra sia durevole che economica. Gli sviluppatori di schiuma poliuretanica hanno creato, sin dalla sua invenzione, molti tipi diversi di schiuma PU, formando così molte classi diverse che vengono utilizzate per soddisfare le diverse preferenze dei clienti. Nessun altro materiale ha questi molti tipi e classi nell’industria dei materassi. Le proprietà della schiuma PU durano a lungo e quindi servono al proprietario per anni dopo l’acquisto del materasso. Rispetto a molti altri materiali, è composta principalmente da aria e presenta anche diversi vantaggi ambientali. Riduce le emissioni e aiuta a mantenere l’aria della stanza più pulita (ISOPA, 2020) (Polyurethanesteam, 2020).

Natura ipoallergenica

La schiuma poliuretanica ha un vantaggio significativo rispetto ai tradizionali materassi a molle, che è dovuto allaHypoallergenic Nature leggerezza della schiuma di poliuretano. Ciò accade a causa della presenza di aria nella schiuma poliuretanica. Oltre a questo vantaggio unico, la schiuma poliuretanica è disponibile in diverse densità. La schiuma poliuretanica ad alta densità è molto resistente in quanto più alta è la densità della schiuma, migliore è la sua qualità. L’alta densità della schiuma PU non permette agli allergeni, agli acari della polvere, alla muffa, alla muffa, ecc. di entrare nel materasso e di vivere e prosperare in esso. Un tipico materasso tradizionale avrà fino a un milione di acari della polvere che vivono al suo interno, e sono fonte di molte diverse allergie e fastidi. Le persone che hanno problemi di allergia hanno difficoltà a dormire su questi materassi. I materassi tradizionali a molle hanno molto spazio tra le molle elicoidali, il che permette agli acari di fare del letto la loro casa.  La schiuma PU ad alta densità non ha abbastanza spazio per far vivere e prosperare gli allergeni al suo interno. Per questo motivo, il materiale in schiuma PU ad alta densità agisce come un materasso ipoallergenico e tiene lontani gli allergeni. Questo lo rende molto adatto alle persone che hanno problemi di allergia. Possono dormire sul materasso in schiuma PU ad alta densità e svegliarsi al mattino senza nasi impagliati o irritazioni cutanee. Tutta la notte viene trascorsa comodamente in assenza di tali irritazioni.

Tipi di schiume PU

La schiuma poliuretanica utilizzata nei materassi è la schiuma poliuretanica flessibile, che può assumere diversi tipi e forme. La sua consistenza può essere varia, ed è molto confortevole, leggera, di supporto e durevole.  La schiuma PU flessibile rappresenta quasi un terzo del mercato nordamericano delle schiume PU. Esistono anche altri tipi di schiuma PU, tra cui la schiuma PU rigida, la schiuma poliuretanica rigida, il poliuretano termoplastico (TPU), la schiuma PU per stampaggio ad iniezione a reazione (RIM), la schiuma PU per stampaggio a reazione (RIM), la schiuma PU legante e le dispersioni poliuretaniche a base acquosa (PUD) (Christensen, 2020).

La NASA e l’invenzione del Memory Foam

Gli spin-off della NASA sono materiali che sono stati originariamente inventati dalla NASA ma che in seguito si sono rivelati molto utili nel settore industriale.

NASA and the Invention of Memory Foam
FOTOCAMERA DIGITALE OLYMPUS

e anche nei settori commerciali. Forse, il più grande di tutti gli spin-off della NASA è la ‘Temper Foam’, che è stata inventata già nel 1966. Gli anni ’60 sono stati il decennio in cui la corsa alla luna tra gli Stati Uniti e l’Unione Sovietica ha raggiunto il suo apice. Il materiale era stato inizialmente sviluppato per assorbire gli urti e fornire protezione ai sedili dell’aereo e della navicella spaziale della NASA. Tuttavia, in seguito, è stato utilizzato in molte altre applicazioni, tra cui l’imbottitura dei caschi dei Dallas Cowboys negli anni ’70 e negli anni ’80. Ha anche aiutato a proteggere i pazienti che non riuscivano ad alzarsi dal letto dalle piaghe del corpo e ha anche fornito comfort a chi indossava scarpe molto eleganti che usavano questo materiale nei loro plantari come materiale di ammortizzazione. All’inizio del secolo, la schiuma di tempra era ancora molto forte in molte applicazioni mondiali, che includono parchi di divertimento, protesi, applicazioni automobilistiche e arte moderna (NASA, 2019).

Charles Yost e la schiuma di tempra

Charles Yost lavorava per il Systems Dynamics Group presso la North American Aviation, Inc.Charles Yost and Temper Foam sistema di recupero che doveva essere implementato nel modulo di comando Apollo nel 1962. Nel 1966, fu incaricato dalla NASA attraverso la Stencel Aero Engineering Corporation, ad Asheville, North Carolina, per contribuire a migliorare i posti a sedere delle compagnie aeree contro le vibrazioni e gli incidenti. Volevano anche che lavorasse allo sviluppo di tecniche di assorbimento dell’energia per consentire una maggiore possibilità di sopravvivenza in caso di incidenti aerei. Yost ha ideato un materiale polimerico a celle aperte, chiamato memory foam, che vantava straordinarie proprietà viscoelastiche. Era molto morbido e, allo stesso tempo, era in grado di assorbire energia. Inizialmente, questa schiuma a memoria di forma era definita come la “schiuma a molla lenta; la schiuma a memoria di forma, e poteva gradualmente tornare alla sua forma originale e corrispondere alla pressione applicata. L’Ames Research Center della NASA ha incorporato questo materiale in un nuovo design di sedili per aerei. Offriva una protezione superiore contro gli incidenti in caso di impatto e aumentava anche il livello di comfort dei passeggeri sui lunghi voli. Questo risultato è stato ottenuto grazie alla distribuzione uniforme del peso corporeo e della pressione sulla superficie di contatto del cuscino. La NASA ha descritto in dettaglio la nuova schiuma temperante in una delle sue pubblicazioni dal titolo “Human Survival in Aircraft Emergencies” (Sopravvivenza umana nelle emergenze aeree). Yost ha formato la Dynamic Systems, Inc. in modo da poter vendere la tecnologia di questa schiuma temperante. Nel 1974, l’azienda vendette i diritti di questa tecnologia, ma poi sviluppò versioni di seconda e terza generazione, più rispettose dell’ambiente e meno sensibili alla temperatura (NASA, 2019).

Ulteriori sviluppi sui derivati della schiuma di tempra

L’azienda è stata in grado di espandere le applicazioni del derivato della schiuma a memoria di forma per il cuscino medico e le sedute per disabili.  Il suo cuscino viscoelastico SunMate è stato utilizzato sia per i cuscini ortopedici che per i materassi. Produceva anche Pudgee, un altro materiale in schiuma viscoelastica in grado di comprimere e di assumere la forma del corpo seduto o sdraiato su di esso. Generava un attrito molto minore e una pressione molto minore sulla zona sensibile della pelle ed era in grado di trasferire l’umidità in quanto era malvagio lontano dal corpo. L’azienda ha miscelato sia il SunMate che il Pudgee per formare un nuovo materiale chiamato ‘Laminar’. Lo strato di Pudgee ha contribuito ad abbassare la pressione, mentre lo strato di SunMate sotto di esso ha fornito un ulteriore supporto. Il Pudgee era molto morbido, mentre il SunMate era disponibile in diversi livelli di consistenza (NASA, 2019).

. Lo sviluppo del materasso a memoria di forma (anni ’90)

Fagerdella World Foams è stata la prima azienda a rilasciare un materasso in memory foam negli anni ’90, ed è stato definito.The Development of the Memory Foam Mattress (1990s) come “Materasso svedese TempurPedic”. In seguito, l’uso della schiuma a memoria di forma nei materassi non conosceva limiti e ha portato anche allo sviluppo dei marchi bed-in-a-box. La schiuma a memoria di forma è una sorta di schiuma PU, cioè è una schiuma PU viscoelastica. Viene anche definita come schiuma PU a bassa resistenza. Molti composti, così come gli additivi, vengono aggiunti al poliuretano per ottenere questo prodotto, e i loro tipi dipendono dalle caratteristiche desiderate. Si tratta di un materiale “vizioso” in quanto ci vuole molto tempo per cambiare la sua forma sotto pressione e anche per trasferire energia da un punto all’altro. È anche ‘elastico’ nel senso che ritorna alla sua forma originale una volta che la pressione viene tolta. Queste proprietà e la loro proporzione sono controllate dalle diverse quantità di additivi chimici inseriti nella schiuma PU. La maggior parte delle schiume a memoria contiene polietere poliolo, che fornisce sia la viscosità che l’elasticità.

Vantaggi dei materassi a memoria di forma

L’introduzione dei materassi in memory foam è stata una pietra miliare nell’evoluzione del design dei materassi. Questi materassi distribuiscono il peso corporeo in modo uniforme e rispondono anche alla pressione per prendere la forma del corpo. Una volta sollevato il peso, la schiuma ritorna alla sua forma originale. Se la forza viene applicata rapidamente, la schiuma a memoria di forma risponderà ancora lentamente. Pertanto, può assorbire la forza dell’impatto. Il materasso ammortizza il corpo in modo adeguato e lo culla per creare una sensazione di intimità. Quando la pressione viene rimossa, anche il materasso ritorna lentamente alla sua forma originale. Questo tende a dissipare l’energia dell’impatto. Questo ritardo temporale è noto come “isteresi”. Man mano che la sua viscosità diminuisce alle alte temperature, diventa flessibile quando è caldo. Ecco perché i materassi in memory foam si sentono morbidi dopo che una persona ci si è sdraiata sopra per un po’ di tempo.

Evoluzione di diversi tipi di materassi in memory foam

Ci sono principalmente tre tipi di schiuma a memoria di forma disponibile sul mercato, e gli ultimi due sono stati sviluppati per superare le carenze del primo:

Schiuma a memoria di forma classica

La schiuma a memoria di forma inventata in origine è la classica schiuma a memoria di forma. Modella il corpo. Tuttavia, tende a trattenere il calore. Questo potrebbe causare il surriscaldamento della superficie del sonno durante la notte, portando a un calore scomodo per chi dorme. Per alleviare questo problema, sono stati creati altri due tipi di schiuma a memoria di forma.

Schiuma a memoria a celle aperte (fine anni ’90)

La schiuma Memory Classic è in effetti un alleggerimento della pressione e conforma il corpo, ma si è dimostrata calda per dormire. Così, la memory foam a celle aperte è stata sviluppata verso la fine degli anni Novanta. Ha gli stessi ingredienti della classica schiuma a memoria di forma. Tuttavia, la sua struttura interna è diversa.  La struttura è composta da tasche o cellule aperte che permettono il flusso d’aria attraverso la struttura della schiuma. Questa proprietà aiuta a dissipare il calore. Inizialmente le schiume a memoria a celle aperte erano meno dense, che non avevano un giusto livello di compattezza; tuttavia, ora l’effetto di raffreddamento si presenta anche con strutture più spesse.

Materassi in schiuma di gel-memoria (2006)

Un altro modo per avere una struttura a celle aperte è stato sviluppato nel 2006 dallo stesso inventore della schiuma a memoria di forma, Charles Yost, per garantire il flusso d’aria attraverso il materasso. L’infusione di gel nei materiali della schiuma a memoria di forma mediante l’iniezione di microsfere a base di gel porta alla creazione di cellule aperte.  Questo processo crea delle tasche all’interno della struttura che assomigliano a cellule aperte. Esse non si limitano a far passare l’aria, ma cambiano fase per assorbire e poi rilasciare calore.

Altri sviluppi nei materassi in schiuma a memoria di forma (dal 2006 ad oggi)

I materassi in memory foam possono incorporare una qualsiasi delle schiume sopra menzionate, oppure possono combinarne due o tutti e tre i tipi sotto forma di strati per produrre una combinazione delle diverse caratteristiche. Molti produttori di materassi hanno aggiunto ai loro materassi altri materiali come il rame o l’aloe vera per ottenere gli effetti desiderati. Il rame è antimicrobico e rende il materasso sia pulito che sanitario. È altamente conduttivo e fornisce anche una rapida dispersione del calore, creando così un maggiore effetto di raffreddamento.  Inoltre, migliora l’assorbimento dell’umidità. L’aggiunta di Aloe-Vera rende il materasso molto fresco in ogni momento. L’aggiunta di carbone di bambù produce anche un maggiore effetto di raffreddamento. L’aggiunta di materiali vegetali al letto al posto dei prodotti petroliferi rende i materassi molto ecologici. Il lattice è uno di questi materiali che viene utilizzato in molti materassi e, a seconda di come si forma il lattice, il materasso diventa eco-friendly in quanto proviene da fonti sostenibili. Come tale, i materassi in memory foam hanno continuato ad evolversi con l’aggiunta di nuove proprietà utili con l’aggiunta di diversi materiali.

L’uniformità nella costruzione dei materassi nel tempo

Indipendentemente dalla novità dei materiali dei materassi, il design di base dei materassi è rimasto lo stesso, nel senso che la parte superiore dei materassi fornisce il comfort, mentre la parte inferiore fornisce il supporto. La maggior parte dei materassi in memory foam seguono un tipo di costruzione standard, che comprende i seguenti tre strati funzionali. Ogni strato funzionale può avere uno o più strati di un certo tipo di memory foam. Lo strato inferiore di supporto di solito ha la schiuma PU ad alta densità

Strato di comfort

Lo strato Comfort è lo strato superiore sotto il materasso. Il rivestimento del letto è di solito realizzato in tessuto morbido e traspirante, che aiuta ad aumentare la traspirabilità del materasso. La schiuma a memoria di forma utilizzata nello strato Comfort è spesso in gel o, a volte, vengono utilizzati strati di rame, aloe vera o carbone di bambù. Questo strato fornisce l’ammortizzazione necessaria, lo scarico della pressione, il contorno del corpo e anche la distribuzione del peso. Fornisce anche una superficie di sonno fresco e sereno che rimane alla temperatura desiderata per tutta la notte. Questo strato aiuta a dissipare il calore e ad allontanare il sudore e l’umidità dal corpo.

Strato di transizione

Si tratta di un nuovo sviluppo nei materassi moderni. È stato aggiunto per consentire un corretto e graduale passaggio in termini di strati dal comfort al supporto. Questo strato funzionale non è obbligatorio, ma molti produttori preferiscono introdurlo tra lo strato di comfort e lo strato di supporto sottostante. Potrebbe comprendere uno o più strati di schiuma, che potrebbero includere la schiuma per il flusso d’aria o la morbida schiuma comfort. Questo strato ha una densità maggiore rispetto ai materiali dello strato di schiuma comfort, ma è ancora più basso rispetto agli elementi dello strato di supporto sottostante. Esso agisce come strato di transizione tra lo strato di comfort e lo strato di supporto.

Strato di supporto

Lo strato di supporto è alla base del materasso. Ai vecchi tempi, il supporto era fornito da pietra, ferro o legno. Questa parte fornisce la spinta necessaria al corpo per compensare la forza gravitazionale di trazione verso il basso. Mantiene il corpo appollaiato sopra il materasso ed evita che sprofondi nel materasso. Tradizionalmente, questa funzione era fornita dalle molle elicoidali dei materassi a molle tradizionali.  Il tipo di schiuma utilizzata in questo strato ha un’alta densità, e di solito ha anche un forte supporto per i bordi, in modo che il dormiente non si arrotoli sul materasso mentre dorme su di esso.

Proprietà dei materassi a memoria di forma contemporanea

I materassi contemporanei in memory foam forniscono una varietà di diversi vantaggi per la traversina, che è il risultato delle seguenti caratteristiche del materiale memory foam:

Body-conformance

La schiuma a memoria di forma si adatta alla forma del corpo. Quando una persona si siede su di essa, la zona della schiuma a memoria di forma sotto il corpo viene compressa secondo il contorno del corpo che tocca il materasso.  Una volta che si alza, la schiuma a memoria di forma ritorna alla sua forma originale. Come risultato di questa proprietà, essa culla il corpo e dà una piacevole sensazione di intimità.

Lavello

Il materasso abbraccia l’individuo mentre il corpo tende ad affondare nel materasso. Non affonda completamente grazie al supporto fornito dalla schiuma a memoria di forma e dallo strato di base. A volte, il dormiente si sente come se stesse dormendo su una nuvola, tanto più lo strato di schiuma a memoria di forma, tanto più è simile a una nuvola.

Alleggerimento della pressione

I materassi in schiuma a memoria di forma forniscono un alto grado di alleggerimento della pressione alla traversina. Molte parti del corpo umano sono sottoposte a forti sollecitazioni su un letto tradizionale. Come risultato della distribuzione uniforme del peso su tutta la superficie del materasso sotto il corpo, queste parti non sono indebitamente sollecitate, alleviando così la pressione potenziale.  Queste parti includono i fianchi, il collo, le spalle, i tacchi, ecc. Questa proprietà è altamente benefica per le persone che di solito soffrono di artrite o dolori articolari quando dormono su materassi tradizionali. L’uso di materassi in memory foam può portare ad una riduzione di tali problemi e del disagio.

Allineamento spinale

L’uso di materassi in memory foam consente il supporto lombare e l’allineamento della colonna vertebrale.  Ciò avviene perché la schiuma a memoria di forma è sensibile alla forma del corpo e si adatta alla forma delle curve naturali.  Questo permette al dormiente di individuare rapidamente le posizioni più comode che mantengono la colonna vertebrale correttamente allineata e neutra.  Di conseguenza, il dormiente non si gira e si gira di notte. Anche il dolore e l’indolenzimento sono inesistenti quando la persona si sveglia al mattino.

Isolamento dal movimento

I materassi in memory foam sono ideali per le coppie.  Anche le coppie che hanno orari di sonno diversi possono fare buon uso di questo tipo di materasso. Quando un compagno di sonno si alza dal letto, l’altro non viene disturbato. Questo avviene quando la superficie del materasso sotto il primo partner riprende la sua forma e il movimento non viene trasferito al partner che sta ancora dormendo. Questo fornisce un’esperienza di sonno molto confortevole e rilassante per le coppie.

Ipoallergenico

La schiuma a memoria è un prodotto ad alta densità. Non ha spazi vuoti, che possono lasciare che gli acari della polvere, la muffa, la muffa e altri allergeni vivano e prosperino al suo interno. I tradizionali letti a molle hanno molto spazio tra le bobine, e quindi gli acari della polvere sono dilaganti. La schiuma a memoria di forma, così come la schiuma PU ad alta densità, non permettono a questi irritanti di prosperare all’interno del materasso. Per questo motivo, le persone che soffrono di allergie possono facilmente utilizzare questo materasso senza che si verifichino irritazioni cutanee o nasi impagliati. Possono svegliarsi freschi al mattino e sentirsi molto energici.

Silenzioso

Il materasso in memory foam è molto silenzioso rispetto a un materasso a molle. Questo è molto importante per molte coppie che dormono sul letto, e non vogliono che il rumore o i suoni stridenti svegli l’altro compagno di sonno. Anche se non ci sarà alcun trasferimento di movimento, la presenza di rumore può comunque causare il risveglio dell’altro compagno di sonno quando l’altro dorme sul letto o fuori dal letto. Con i materassi in memory foam, non ci sono rumori di cigolio e quindi nessun disturbo legato al rumore.

Sviluppo di un sistema di certificazione per materassi a schiuma

Con il tempo e in relazione alle normative relative agli standard di infiammabilità e alla necessità di ridurre al minimo l’uso diDevelopment of Certification System for Foam Mattresses prodotti chimici nella produzione di materassi, molti sistemi di certificazione diversi sono stati sviluppati da varie agenzie internazionali di terze parti. La qualità di un materasso in schiuma a memoria di forma può essere valutata dalle certificazioni che la schiuma a memoria di forma e la schiuma PU utilizzata portano. Le certificazioni vengono rilasciate dopo aver effettuato dei test rigorosi sui materassi prima della loro certificazione. L’accreditamento internazionale più utilizzato e accettato è la certificazione CertiPUR-US, che assicura all’acquirente il contenuto, le prestazioni e la durata del materasso. Nel 2008, molti produttori statunitensi di schiuma di alta qualità erano preoccupati per la penetrazione sul mercato di materiali espansi di qualità inferiore agli standard. Molti contenevano sostanze chimiche che erano state vietate negli Stati Uniti.  Il programma CertiPUR-US è stato sviluppato in risposta a queste preoccupazioni. Questa certificazione garantisce inoltre che il materasso non contenga sostanze chimiche dannose come TDCP, ftalati, formaldeide, mercurio, piombo, altri metalli pesanti, ritardanti di fiamma e altre sostanze tossiche. Assicura inoltre all’acquirente che i composti organici volatili (COV) emessi dal materasso sono entro limiti accettabili (CLC Team, 2019). Ci sono anche altre certificazioni. Una di quelle più diffuse è l’Oeko-Tex standard 100, che testa il materasso contro la presenza di 100 sostanze chimiche nocive. Questo standard è precedente alla certificazione CertiPUR-US. È stato sviluppato nel 1992 (Oeko-Tex, 2020).

Rimediare alle carenze dei materassi in memory foam

Non c’è niente di perfetto in questo mondo. Tutto ha un lato negativo. La schiuma a memoria non fa eccezione. In quanto tali, questiRemedying the Shortcomings of Memory Foam Mattresses I materassi sono stati continuamente oggetto di innovazioni e sviluppi. Alcune persone che dormono spesso si sentono “bloccate” sul materasso in memory foam mentre cullano il loro corpo e provocano un lavandino. Questa sensazione potrebbe peggiorare con il tempo, man mano che il letto invecchia. È vero. Tuttavia, una soluzione a questo problema e molti produttori hanno sviluppato superfici in memory foam a risposta rapida che non riprendono forma gradualmente ma sono molto veloci a rispondere, Le schiume a risposta intelligente permettono alla traversina di liberarsi della sensazione di ‘bloccato’, e danno la possibilità alla traversina di rotolare sul materasso, cosa un po’ difficile da fare su un materasso tradizionale in memory foam. Molti produttori hanno sviluppato tecnologie brevettate per fornire una risposta rapida alla parte superiore del letto per consentire un’esperienza di sonno molto confortevole. Tuttavia, non è necessario utilizzare tecnologie proprietarie, poiché la stessa proprietà di risposta rapida è disponibile con il prodotto in lattice naturale, che ora viene ampiamente utilizzato nei materassi. L’intero strato superiore del letto potrebbe essere realizzato in lattice, o almeno lo strato superiore è realizzato con esso per consentire una risposta rapida. L’altro difetto della schiuma a memoria di forma è l’intrappolamento del calore; tuttavia, per ovviare a questo problema, molte diverse infusioni nella schiuma a memoria di forma assicurano che la superficie del materasso rimanga alla temperatura desiderata per tutta la notte.

Sviluppo dei materassi in lattice (1920-1940) fino ad oggi

Il materasso in lattice esiste dal 1930 quando Dunlop, con l’aiuto dello scienziato E.A. Murphy, sviluppò il primo materasso in lattice.Development of Latex Mattresses (1920-1940s) till date materasso in lattice. Il processo di sviluppo ha continuato ad estendersi dagli anni ’20 agli anni ’40 in tutti i materassi in lattice naturale è un prodotto sostenibile, e il suo inserimento nel materasso lo rende eco-compatibile. I materassi in lattice sono stati sviluppati come il loro livello di comfort, e le prestazioni del corpo sono risultate migliori di quelle della schiuma a memoria di forma. Il lattice è anche rapidamente reattivo e non lascia che il dormiente si senta “bloccato” sulla superficie del materasso. Sono anche molto resistenti. Il vantaggio più significativo del lattice è che il lattice naturale non contiene sostanze chimiche nocive e alcuni tipi di lattice sono addirittura biodegradabili. Pertanto, è un materiale molto ecologico e fornisce anche comfort. È anche molto resistente. Il lattice naturale viene estratto dagli alberi della gomma, e perché se è naturale, il suo assorbimento di gas è minimo. Il lattice sintetico è realizzato con molti materiali diversi, e soprattutto con l’utilizzo di gomma stirene-butadiene (SBR); tuttavia, i materassi in lattice sintetico non sono così durevoli come i materassi in lattice naturale. Per quanto riguarda il lattice naturale, viene prodotto attraverso il processo Talalay o il processo Dunlop (Deliege et al., 1998).

Processo Dunlop

Il metodo Dunlop versa la linfa dell’albero della gomma in uno stampo, e quando si solidifica, la parte superiore ha una densità inferiore rispetto alla parte superiore.

Processo Talalay (1950)

Questo processo è stato sviluppato per porre rimedio alla densità non uniforme del lattice ottenuto con il processo Dunlop. È stato sviluppato negli anni ’50. Tuttavia, il brevetto che è stato ottenuto in Inghilterra è con Talalay Global, che si è formato 35 anni fa negli Stati Uniti (TalalayGlobal, 2020). Durante il processo Talalay, durante il riempimento dello stampo viene utilizzato un vuoto. Questo riempie l’aria all’interno e crea un materiale di lattice a densità uniforme.

Secondo uno studio, i materassi in lattice riducono la pressione massima del corpo sui glutei e sul busto e forniscono anche una maggiore proporzione di zone a bassa pressione rispetto ai materassi in schiuma PU. In questo modo, essi consentono una distribuzione più uniforme della pressione rispetto ai materassi in schiuma PU. Questo vale per tutte e tre le posizioni di riposo, cioè dietro, davanti e di lato. Questa informazione è ancora più significativa se si considera l’uso a lungo termine dei materassi, che ridurrebbe la possibilità di procurarsi delle piaghe (Low et al., 2017).

Sviluppo di materassi ibridi (2008)

Negli ultimi 90 anni circa, i materassi più popolari sono stati i materassi a molle e la schiuma a memoria di formaVarious Foam Combinations in Hybrid Mattresses (2008 till date) Materassi. I materassi a molle sono noti in tutto il mondo per il loro supporto finale, mentre i materassi in memory foam (o Latex) offrono il massimo comfort. Questo ha reso possibile lo sviluppo di materassi ibridi, che combinano il meglio del mondo della simpatia e del sostegno. Questi materassi contengono schiuma a memoria di forma o schiuma a memoria di forma in gel o anche lattice negli strati di comfort, così come i segmenti di transizione. Tuttavia, lo strato di supporto è realizzato con molle elicoidali insacchettate. Ciò fornisce un’eccellente e quasi ideale fusione delle migliori caratteristiche sia della schiuma a memoria di forma (o del lattice) che delle molle elicoidali intascate. La maggior parte dei materassi di alta qualità disponibili presso i più avanzati produttori di materassi sono materassi ibridi, e questi forniscono comfort, supporto e durata, tutto in un unico pacchetto.

Varie combinazioni di schiuma in materassi ibridi (2008 fino ad oggi)

Mentre lo strato inferiore, che fornisce il supporto, è quasi sempre costituito da molle elicoidali intascate, il comfort e gli strati di transizione potrebbero essere utilizzati come qualsiasi tipo di materiale espanso. Questi includono la schiuma a memoria di forma, la schiuma a memoria di forma in gel, l’Aloe-Vera, il carbone di bambù, il tè verde, il rame, ecc. sono infusi molto popolari. Molto spesso i produttori utilizzano anche tecnologie di schiuma brevettate per aumentare la ventilazione attraverso il materasso o per rendere la superficie del materasso più reattiva. Il produttore utilizza anche il lattice nello strato di comfort, rendendo così il materasso altamente reattivo, alleviando la pressione, termoregolando, conformando il corpo, isolando il movimento, confortevole e altamente di supporto allo stesso tempo. Come tali, i materassi ibridi sono destinati a fornire tutte le migliori caratteristiche possibili.

La crescente tendenza verso i materassi organici

La salute e il benessere dell’uomo sono le principali preoccupazioni dei consumatori nel mondo moderno. Il consumatore moderno è ancheThe Growing Trend towards Organic Mattresses molto preoccupati per l’eco-compatibilità della catena di fornitura dei prodotti che acquistano. Mentre la preoccupazione principale in passato legata alla salute umana è sempre stata rivolta alla ricerca di soluzioni che proteggessero da batteri e allergeni, l’uso estensivo di sostanze chimiche nell’ultimo secolo ha portato i consumatori a dichiarare guerra all’uso di sostanze chimiche dannose nei prodotti che acquistano. La proposta 65 per i residenti in California ne è un esempio. Questa proposta vieta l’uso di qualsiasi prodotto che potrebbe contenere materiali cancerogeni che portano alla possibilità di causare il cancro negli individui che utilizzano il prodotto. Il lattice naturale insieme allo strato di molle a spirale intascate sul fondo è preferito da molti consumatori così attenti all’ambiente. Esso porta loro eco-compatibilità, oltre a numerosi benefici per la salute e il benessere, che includono un livello di comfort più elevato, emissioni minime di COV, aria ambiente più pulita e comfort a lungo termine. Tuttavia, il lattice non è l’unico materiale utilizzato nei materassi organici. Anche la lana di alta qualità e l’ovatta di cotone, provenienti in modo eco-compatibile, sono ottime fonti come materiali per il comfort.

Certificazione biologica

Ci sono diverse agenzie internazionali che rilasciano certificazioni per materassi naturali e organici, e questi includono Global Organic Textile Standard (GOTS), Global Organic Latex Standards (GOLS), Greenguard e Greenguard Gold, USDA Certified Organic, ecc. Questi standard valutano i prodotti dopo aver esaminato la loro catena di fornitura, nonché i loro canali di produzione, confezionamento e distribuzione

Materassi intelligenti e il ruolo della tecnologia

I materassi Smart Mattresses sono destinati a dominare lo spettro dei materassi in futuro. L’efficacia degli smartwatch e il fitnessSmart Mattresses and the Role of Technology I dati sono già noti. Con l’avvento della tecnologia nei materassi, i dati sulla salute e sul sonno vengono raccolti dove è più opportuno ottenerli, cioè sul materasso. Pertanto, la fusione della tecnologia sleep-tracker con il materasso ha molti vantaggi, poiché non solo i modelli di sonno sono monitorati, ma il materasso può anche essere regolato. Le informazioni raccolte possono contribuire anche agli sviluppi futuri dei materassi e della biancheria da letto. In futuro potrebbe essere possibile eliminare i “disturbi” che svegliano le persone di notte alla luce di tali informazioni. I materassi intelligenti offrono inoltre livelli di fermezza regolabili per ogni lato del letto. Un materasso può essere reso abbastanza intelligente da inclinare la testa del dormiente quando russa. Le possibilità sono quindi infinite. Il concetto alla base dei materassi smart era già stato testato negli ospedali come Electronic Profiling Beds (Neuberger, 2011), ma ora il concetto si è ampliato.

Questi materassi monitorano anche il cuore e la frequenza respiratoria e forniscono un livello di dettaglio più elevato rispetto ai tracker di salute indossabili. Molti nuovi materassi intelligenti sono ora disponibili con funzioni di controllo del clima. Alcuni possono creare flussi d’aria fresca su richiesta. Molti di questi materassi intelligenti creano due zone separate sullo stesso materasso per soddisfare le preferenze dei partner del sonno per quanto riguarda la temperatura del sonno. I materassi smart possono essere incorporati nelle case intelligenti di oggi. Alexa può essere fatta per collegarsi a un materasso intelligente e, una volta che il dormiente si sveglia al mattino, può informarsi sulla qualità del sonno sperimentata

Il futuro dei materassi

I produttori di macchine stanno incoraggiando i produttori di materassi a incorporare sempre più tecnologia nei loro prodottiThe Future of Mattresses ed esporre questi prodotti nelle fiere di settore ogni anno. Molte di queste macchine ad alta tecnologia che velocizzano la produzione e l’imballaggio del materasso sulle linee di assemblaggio con il minimo coinvolgimento umano, riducendo così la possibilità di errori. Molte di queste macchine sono destinate alla produzione di materassi a molle in modo molto efficiente. Altre tagliano diversi tipi di schiume in modo efficiente e poi le incollano insieme senza alcun coinvolgimento umano. In futuro, quindi, la manipolazione umana durante la produzione sarà eliminata (Nelles, 2016).

Riferimenti

christensen, a. (2020). Applicazioni dei poliuretani . Poliuretano – Americanchemistry.

Squadra CLC. (2019, 21 settembre). Casa – CertiPUR-US . certipur-us

deliege, e., nijdam, m., project, b., & vlaanderen. (1998). Materassi da letto Ecolabel europeo .

dunlopillo. (2020). Chi siamo | Dunlopillo .

Falchi, L. (1987). Shopping intelligente per l’arredamento della casa Che cosa c’è sul mercato?

Hesperia. (2006). SEDIE, LETTINI E TAVOLE Testimonianze di interni arredati nella Grecia ellenistica.

Horne, J. A., & Horne, J. (2006). Dormire: A Journey Through the Science of Sleep, Oxford University Press.

isopa. (2020). I vantaggi e la storia della schiuma flessibile poliuretanica : ISOPA .

louise, h., & morgan, s. (2014). Tra le lenzuola: Letti e camere di lettura nell’Inghilterra tardo-medievale

Basso, F.-Z., Chua, M. C.-H., Lim, P.-Y., & Yeow, C.-H. (2017). Effetti del materiale del materasso sui profili di pressione del corpo in diverse posizioni di riposo. Giornale di Medicina Chiropratica , 16 (1), 1–9

ltd, R. e M. (2018). Mercato globale dei materassi intelligenti 2018-2022 – Ricerca e mercati .

Matteo, G. (1897). Letto – Significato biblico del letto nel Dizionario della Bibbia di Eastons (Storia della Bibbia Online)

LA NASA. (2019). lo spin-off 2005-Forty-Year-Old Foam torna con nuovi vantaggi .

Nelles, B. T. (2016, 2 giugno). Il futuro è ora: Nuove attrezzature tecnologiche per i materassieri ” BedTimes Magazine . Rivista BedTimes

neuberger, j. (2011). Responsabile Salute e Sicurezza

nissin, l. (2016). Dormire romano . Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Helsinki.

oeko-tex. (2020). STANDARD 100 di OEKO-TEX .

Oikonomides, N. (1990). Il contenuto della casa bizantina dall’XI al XV secolo. Documenti di Dumbarton Oaks , 44 , 205–214

Owen, J. (2011, 10 dicembre). Materasso più vecchio conosciuto trovato; ha dormito tutta la famiglia . Notizie geografiche nazionali

polyurethanesteam, p. (2020). I vantaggi e la storia della schiuma flessibile poliuretanica | Blog dei poliuretani . Poliuretani.

Rawlinson, G. (2018). I più grandi imperi e civiltà dell’antico Oriente: Egitto, Babilonia, I Re di Israele e Giuda, Assiria, Media, Caldea, Persia, Parthia e Impero sasanide.

Romanum, i. (2020). Letti patrizi romani ” IMPERIUM ROMANUM . imperium romanum

springer, i. (2019). Come gli antichi Egiziani mettono i piedi in su: Arredamento nell’Antico Egitto . touregypt.net.

Swanich, J. (2012, 7 settembre). La storia antica e rinascimentale dei letti . Ezine Articoli

szycher, m. (2006). Il Manuale dei poliuretani di Szycher. 2° ed. (2° ed.). CRC Press.

talalayglobal. (2020). La nostra azienda . Talalay Global Puramente il migliore

Tucker, J. (2018, 1 gennaio 2018). Materassi significano la nostra sorprendente prosperità

Wayman, E. (2011, 14 dicembre). Il materasso più vecchio del mondo . Rivista Smithsonian

What's your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0

You may also like

Comments are closed.

More in Recensioni